Cellilite e alimentazione

La cellulite (o Adiposità Localizzata) è un inestetismo tipicamente femminile (interessa circa il 90% delle donne), indipendentemente dall’età e dalla forma fisica. 

Si manifesta con la comparsa di fossette irregolari (“pelle a buccia di arancia“) soprattutto su fianchi, cosce, glutei, addome e ginocchio. 

In rari casi anche agli arti superiori.


Che cos’è la cellulite?

La cellulite è una patologia che interessa il tessuto adiposo (grasso), il sistema circolatorio (microcircolo) e la pelle in superficie. 

Nel tessuto sottocutaneo si verifica uno sbilanciamento del tessuto adiposo: le cellule di grasso si “gonfiano”, premono sul microcircolo, provocando ritenzione idrica e infiammazione.



Quali sono le cause della cellulite?

All’origine dell’insorgenza della cellulite, vi sono una serie di cause:

  • genetiche – maggiore attività ormonale, fragilità capillare, cattiva circolazione;
  • ormonali – eccessiva attività degli estrogeni che comporta la ritenzione idrica;
  • vascolari – rallentamento del circolo sanguigno (una stasi che favorisce l’insorgere della cellulite);
  • stress – vita frenetica, scarso riposo notturno, ecc.
  • cattive abitudini alimentari e comportamentali – alimentazione ricca di grassi e zuccheri, abuso di sostanze alcoliche, scarpe inadatte (con tacchi alti e punte strette), vestiti troppo stretti, ecc.


Quali sono i sintomi della cellulite?

La cellulite si presenta con la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”, che può essere più o meno pronunciata. 

Nei casi più lievi, le fossette della pelle sono appena visibili. 

In quelli più gravi, invece, assumono dimensioni considerevoli e risultano dure al tatto.

Nonostante la cellulite sia considerata un inestetismo, può diventare un vero problema di salute. 

La crescita esagerata del pannicolo adiposo, infatti, può compromettere la circolazione linfatica e venosa, causare edemi, comprimere nervi con sensazioni dolorose.



Come combattere la cellulite? 

Le principali cause della cellulite sono da ricondurre a due fattori principali: la ritenzione idrica e la cattiva circolazione.

Ecco perché se si vuole prevenire la cellulite o metterle un freno, bisogna adottare delle strategie che vadano a combattere queste due cause.

La lotta alla cellulite passa soprattutto attraverso la modifica del proprio stile di vita.

Alimentazione non corretta, stile di vita sedentario, sovrappeso sono tutti fattori che contribuiscono all’insorgenza della cellulite e che vanno tenuti sotto controllo per prevenirla o per curarla.

Ẻ necessaria quindi, un’alimentazione equilibrata, che preveda un corretto apporto di frutta e verdura e la limitazione di sale e di tutti gli alimenti che possono provocare ritenzione idrica;

limitare il sovrappeso, attraverso una dieta povera di grassi e zuccheri;

praticare una costante e regolare attività fisica (non necessariamente intensa), che aiuti da un lato a migliorare la circolazione e dall’altro a ridurre l’accumulo di grassi e ad accelerare il metabolismo;

bere molta acqua durante il giorno, per aiutare l’eliminazione dei liquidi;

evitare l’abuso di fumo, alcol, caffè che aumentano la ritenzione idrica e peggiorano la circolazione;

evitare indumenti troppo attillati che possono limitare la circolazione, così come il mantenere troppo a lungo posizioni errate come le gambe accavallate.  

muoversi regolarmente, permette di tenere in buona salute la circolazione evitando ristagni di liquido e grasso, abbassando anche l’infiammazione. Può essere sufficiente camminare a passo svelto per almeno 40 minuti ogni giorno, un’ottima alternativa è la bicicletta;

alternare getti di acqua fredda seguiti da getti di acqua calda sulle zone interessate dal problema risalendo dal basso verso l’alto con movimenti circolari;



Alimenti amici

Bisogna privilegiare alimenti freschi, ricchi di fibre, sali minerali, potassio e vitamine, in particolare le vitamine A, C, E, che favoriscono la micro-circolazione e proteggono i capillari sanguigni (agrumi, ananas, fragole, lattuga, spinaci,cavoli, pomodori e patate ecc). 

Frutta e verdura sono da prediligere quelle ricche di potassio, sostanza capace di contrastare il sodio, come piselli, patate, lenticchie, cipolla (soprattutto se viene consumata cruda), che hanno proprietà diuretiche, facilitando l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle sostanze di rifiuto. 

Inoltre l’apporto di fibre derivante dal consumo di frutta e verdura fa aumentare la velocità del transito intestinale, facilitando l’evacuazione delle scorie alimentari (un buon funzionamento dell’intestino è un altro punto fondamentale per combattere efficacemente il disturbo), riducendo l’assorbimento degli zuccheri

Un altro alimento che non deve mancare nella dieta è il pesce (specialmente quello azzurro) ricco di Omega-3, gli acidi grassi essenziali, che favoriscono la circolazione, aiutano a spazzare le tossine, a ridurre i gonfiori, a migliorare e proteggere la struttura cellulare.


L’acqua svolge un ruolo fondamentale per combattere la ritenzione idrica e la cellulite.

Il corpo umano è composto per il 70% da acqua e quando non è sufficientemente idratato, infatti, come “meccanismo di difesa” trattiene l’acqua che va ad accumularsi negli spazi extracellulari causando gonfiore, soprattutto nelle estremità del corpo.

E’ inoltre fondamentale limitare il più possibile il consumo di alimenti salati (dadi, salumi, insaccati ecc.), in quanto il sale ed il sodio in esso contenuto sono i principali alleati della ritenzione idrica e della cellulite.

Utile è la vitamina C per promuovere la produzione di collagene e riparare il collagene, aiutando così a proteggere le cellule della pelle dal danneggiamento.


L’ avocado e le verdure a foglia verde scuro sono ricchi di antiossidanti e sostanze nutritive che aiutano con l’elasticità della pelle e stimolano la circolazione.

Le noci ricche di acidi grassi omega-3, contribuiscono alla salute della membrana cellulare della pelle.

Le erbe fresche, come il coriandolo, promuovono la disintossicazione. Il coriandolo non è solo buono per la cellulite, ma rafforza anche il tuo sistema immunitario.


Prezzemolo, ricco di vitamine A, C ed E, tutti nutrienti importanti per una pelle sana e per ridurre l’aspetto della cellulite.

Il prezzemolo agisce anche come diuretico, che aiuta a pulire i reni e previene il gonfiore e la ritenzione idrica.

Mangiare lo zenzero è un ottimo modo per aumentare il flusso sanguigno nel corpo e ridurre la cellulite.

Una buona circolazione contribuisce anche alla perdita di peso, che può aiutare a prevenire la cellulite.


Il gambo dell’ananas favorisce il drenaggio dei liquidi corporei e combatte così la ritenzione idrica e la cellulite. 

La betulla è un ottimo drenante e depurativo, ottimo anche in caso di cellulite. Si può assumere sotto forma di decotto o in estratto secco.

La Centella Asiatica aiuta in caso di cellulite in quanto agisce migliorando la circolazione sanguigna a livello venoso. 

Gli oli essenziali più indicati per cellulite e ritenzione idrica sono il limone, il ginepro, il cipresso, il rosmarino, il pompelmo e la salvia. 

Come utilizzarli? Si possono fare dei massaggi ma anche bagni utili a riattivare la circolazione.



Fonti

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20865236

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC10324940

Condividi

Facebook
LinkedIn

Lascia un commento

Leggi anche...

Vitamine

La vitamina D non va in vacanza

La vitamina D (detta anche calciferolo) è una vitamina liposolubile, cioè si scioglie nei grassi. Per poterla assorbire occorre quindi assumere una corretta quantità di

Leggi Tutto