Scrub e abbronzatura

La pelle è il nostro organo più visibile ed esteso.

Agisce come prima barriera di difesa del corpo dai batteri e dai virus, la pelle sana mantiene l’equilibrio idrico ed aiuta a regolare la temperatura corporea.

È altamente sensibile, e riconosce il dolore.


La pelle consiste di tre strati principali:

l’epidermide, il derma e il sottocute

Si tratta di un organo dinamico, che cambia costantemente; infatti, si rinnova permettendo alle cellule vive che si trovano nello strato profondo, di rimpiazzare le cellule morte presenti nello strato superficiale.



Composizione della pelle

Lo strato più esterno dell’epidermide è formato da cellule morte.

Queste cellule morte vengono eliminate regolarmente con un processo chiamato desquamazione.

Le cellule dello strato corneo sono legate insieme dai lipidi (grassi).


Questi lipidi sono essenziali per la salute della pelle: essi creano la sua barriera protettiva e legano le molecole d’acqua.

Quando mancano i lipidi, la pelle può diventare secca e può apparire tesa e ruvida.

L’epidermide è ricoperta da un’emulsione di acqua e lipidi (grassi) conosciuta come film idrolipidico.

Questo film, alimentato dalle secrezioni delle ghiandole sebacee e sudoripare, aiuta la pelle a rimanere morbida e agisce come ulteriore barriera contro i batteri e i funghi.



Cosa succede quando la pelle è danneggiata?

  • Perde idratazione ed elasticità e può apparire e risultare secca, ruvida, screpolata;
  • Diventa sempre più sensibile alle aggressioni esterne;
  • La pelle infettata può diventare infiammata poiché le cellule immunitarie infiammatorie migrano al suo interno per cercare di riparare la barriera danneggiata e di guarire le infezioni;

Invece una pelle sana ha un colorito uniforme, è liscia, ben idratata e sensibile a pressione, tocco e temperatura.



Scrub

Lo scrub è un trattamento per l’esfoliazione dello strato più superficiale della pelle.

Si usano sostanze solide che, una volta applicate sulla cute svolgono un’azione di tipo meccanico, asportando le cellule morte e stimolando il naturale processo di rinnovamento dello strato corneo (strato esterno della pelle).

L’esfoliazione con lo scrub aiuta a conferire alla pelle un aspetto più levigato, compatto e luminoso.


La frequenza varia da persona a persona e dipende dall’età e dal tipo di pelle.

Inoltre, è opportuno evitare l’esposizione ai raggi ultravioletti (UV) artificiali o naturali, subito dopo l’applicazione.

Lo scrub è composto da una base cremosa (o liquida/oleosa) e da una componente abrasiva o esfoliante.

La componente abrasiva è costituita, in genere, da micro-granuli o polveri di origine naturale, costituiti da noccioli di frutta polverizzati, zucchero di canna, farina di mandorle o avena.


Lo scrub per il corpo va applicato preferibilmente sulla pelle umida e va massaggiato con piccoli movimenti circolari dal basso verso l’alto: dai piedi ai fianchi, dalle mani verso il cavo ascellare.

Talloni, ginocchia, gomiti e spalle devono essere massaggiati in modo deciso, mentre occorre essere più delicate nelle zone più sensibili come il seno, il décolleté e l’interno coscia.

Questa procedura richiede qualche minuto;

al termine, bisogna risciacquare accuratamente la pelle con acqua tiepida, assicurandosi di eliminare ogni granello residuo dalla superficie del corpo.


Dopo lo scrub, la pelle è più sensibile, quindi andrebbe sempre applicata una crema idratante, un olio, un latte fluido o un burro nutriente.

Lo scrub, quindi, è un procedimento che favorisce l’abbronzatura.

Non è affatto vero che applicare lo scrub contribuisce a rimuovere l’abbronzatura, anzi al contrario aiuta la pelle a mantenerla più a lungo.



Ricette scrub home made

  • Unisci due cucchiai di bicarbonato e quattro di latte detergente per realizzare uno scrub davvero efficace, soprattutto per le gambe. Mescola i due ingredienti in una ciotola e poi applica la crema sul corpo, con movimenti circolari, in particolar modo sulle ginocchia, sui gomiti e sui talloni. Infine, risciacqua con acqua tiepida, asciuga e idrata bene la pelle.

  • Unisci un cucchiaio di bicarbonato ad uno di yogurt e aggiungi qualche goccia di succo di limone che possiede un effetto antiossidante.

  • I fondi di caffè che spesso vengono gettati, sono un ottimo materiale organico di recupero. Sono infatti perfetti per la preparazione di uno scrub per il corpo. Unisci anche un pizzico di sale da cucina e un cucchiaio di olio d’oliva.

  • Unisci un cucchiaino di zucchero, tre cucchiai di olio d’oliva (oppure di mandorle dolci) e due cucchiai di miele. Mischia tutti gli ingredienti e poi applica il composto sulla pelle con movimenti circolari. I granelli di zucchero effettueranno un massaggio dolce.

  • Unisci due cucchiai di bicarbonato e quattro di latte detergente per realizzare uno scrub davvero efficace, soprattutto per le gambe. Mescola i due ingredienti in una ciotola e poi applica la crema sul corpo, con movimenti circolari, in particolar modo sulle ginocchia, sui gomiti e sui talloni. Infine, risciacqua con acqua tiepida, asciuga e idrata bene la pelle.

  • Unisci un cucchiaio di bicarbonato ad uno di yogurt e aggiungi qualche goccia di succo di limone che possiede un effetto antiossidante.

  • I fondi di caffè che spesso vengono gettati, sono un ottimo materiale organico di recupero. Sono infatti perfetti per la preparazione di uno scrub per il corpo. Unisci anche un pizzico di sale da cucina e un cucchiaio di olio d’oliva.

Condividi

Facebook
LinkedIn

Lascia un commento