Semi di papavero

La pianta appartiene alla famiglia delle Papaveraceae e la specie più conosciuta e più coltivata è il Papaver somniferum, che è usato per ottenere l´oppio. Inoltre esiste una specie che nasce spontanea ed è il comune papavero selvatico Papaver rhoeas. Esistono oltre 100 varietà di papavero e i colori dei fiori variano dal giallo, rosa, violetto al classico rosso.

Molte persone pensano che l´uso dei semi di papavero sia illegale, ma non é cosí. L’oppio viene estratto dalla pianta mentre la stessa é ancora in vita, mentre i semi vengono estratti dalla pianta essiccata. In ogni caso la vendita dei semi di papavero in Italia é molto controllata, e questo ha determinato una diminuzione dell’importazione. Il sapore si avvicina a quello della noce. I semi vengono utilizzati soprattutto per condire insalate e nella preparazione di dolci e pane.

Da migliaia di anni i semi di papavero sono usati per fini medicinali. Il papavero é una delle prime piante coltivate dall’uomo per poterne poi estrarre delle spezie. In Mesopotamia, per esempio, il té fatto con semi di papavero serviva per trattare l´insonnia e la pancia gonfia. Una delle caratteristiche piú importanti dei semi di papavero é l´alta concentrazione di calcio che si trova al loro interno ed é per questo che viene utilizzata per le donne in menopausa e come aiuto per ossa e denti. Hanno inoltre proprietá sedative e sono ottimi per combattere stati d’ansia e per affrontate momenti di particolare stress.

Proprietà e benefici

La parte più esterna dei semi di papavero è una buona fonte di fibre vegetali utili per l’intestino. 100 grammi di semi di papavero contengono circa 19,5 grammi di fibre, che corrispondono al 51% della dose giornaliera raccomandata (RDA). Si tratta soprattutto di fibre in grado di assorbire acqua lungo il tratto intestinale e di rendere l’intestino più regolare. I semi di papavero sono inoltre una fonte di vitamine del gruppo B, come la tiamina, la riboflavina, la niacina e l’acido folico. Si tratta di vitamine utili nel metabolismo dei grassi e dei carboidrati. Contengono buoni livelli di sali minerali come ferro, rame, calcio, potassio, manganese, magnesio e zinco. Il rame viene utilizzato per la produzione di globuli rossi. Il potassio aiuta a controllare il battito cardiaco e la pressione sanguigna. Il manganese supporta l’azione di alcuni antiossidanti. Inoltre questi semi sono ricchi di acidi grassi omega-6 e di acido oleico. I principali effetti salutari dei semi di papavero sono:

Controllo del colesterolo e del sistema cardiocircolatorio: gli acidi grassi omega-6, l’acido oleico e il potassio aiutano a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue, a favore di quello buono. Questo effetto porta benefici anche al cuore e al sistema circolatorio.

Salute delle ossa: i semi di papavero contengono altissimi livelli di calcio (più di 1400 mg su 100 g di prodotto), cosa che li rende un valido alleato per mantenere in salute i denti e le ossa, in particolare nei periodi in cui questo elemento diminuisce, come durante la menopausa.

Favoriscono il metabolismo: la presenza abbondante di vitamine del gruppo B aiuta la digestione e la corretta assimilazione dei grassi e delle proteine. Le fibre vegetali invece contribuiscono a regolarizzare l’attività intestinale.

Proprietà antiossidanti: l’enorme quantità di manganese e la presenza delle vitamine C ed E aiutano a rallentare l’invecchiamento cellulare e la comparsa dei radicali liberi.

Combattono ansia e stress: contengono sostanze alcaloidi, che hanno un leggero effetto distensivo sul sistema nervoso e favoriscono il rilassamento e il sonno.

Come utilizzarli

Sono semi molto aromatici e profumati, perché contengono tantissimi oli essenziali, e vengono utilizzati soprattutto per condire e dare un particolare sapore ai piatti. Si possono aggiungere all’impasto per il pane, i biscotti, i dolci; allo yogurt, ai frullati o nel latte. Uniti alle insalate, ai primi piatti oppure ai secondi per conferire un gusto particolare. Sono tra gli ingredienti tipici che spesso vengono utilizzati nello strudel, i bagel e i pretzel. I semi di papavero bianchi sono anche utilizzati nelle miscele di spezie per la preparazione del curry.

Dove comprarli

Possono trovarsi facilmente in erboristeria o nei negozi biologici. Il consumo di semi biologici in questo caso é consigliabile visto che potrebbero essere a diretto contatto con i pesticidi utilizzati per la coltivazione.

Condividi

Facebook
LinkedIn

Lascia un commento

Leggi anche...

Patologie

Gastrite atrofica autoimmune

La gastrite atrofica autoimmune è una patologia infiammatoria autoimmune in cui il corpo produce degli anticorpi contro le cellule parietali dello stomaco. La produzione di

Leggi Tutto
Patologie

Artrite psoriasica

L’artrite psoriasica è una patologia infiammatoria cronica, di tipo immunitario. Colpisce le articolazioni di mani, gomiti, ginocchia, caviglie e piedi. Si sviluppa nel 30% dei

Leggi Tutto
Patologie

Sindrome di Behcet

La sindrome di Behcet è una patologia cronica autoimmune in cui, il sistema immunitario attacca i propri vasi sanguigni (vene e arterie) infiammandoli. Non sono

Leggi Tutto